Pandora punta sulla salvaguardia dell’ambiente

Pandora punta sulla salvaguardia dell’ambiente

Obiettivi 2020: ridurre le emissioni di anidride carbonica attraverso l’utilizzo di oro e argento riciclati e utilizzare energia rinnovabile per diminuire al minimo l’impatto ambientale.

Pandora, azienda che produce e commercializza gioielli contemporanei con materiali di alta qualità e a prezzi accessibili, nata nel 1982 a Copenaghen, annuncia la propria partecipazione all’iniziativa Science Based Targets, il progetto globale più significativo volto a combattere il cambiamento climatico.

Riconoscendo il bisogno di un intervento tempestivo, l’azienda si impegna a ridurre le emissioni della propria filiera produttiva e distributiva, introducendo misure mirate al risparmio energetico e al relativo incremento di energia rinnovabile.

Inoltre l’azienda diventerà Carbon Neutral entro il 2025 e per far fronte alle emissioni inevitabili, acquisterà dei crediti di carbonio.

Al giorno d’oggi Pandora utilizza il 71% di metalli riciclati. L’azienda collaborerà con i suoi fornitori per garantire un approvvigionamento rilevante di argento di provenienza responsabile, così da perfezionare anche gli standard di produzione.

Il Ceo dell’azienda, Alexander Lacik fa presente che oro e argento sono materiali che possono essere riciclati all’infinito, senza perderne qualità e valore e che questa iniziativa ha come finalità la creazione di un’economia più circolare.

La stessa afferma che l’esigenza di pratiche aziendali sostenibili è un problema da non sottovalutare e da affrontare con urgenza per far fronte alla crisi climatica e all’esaurimento delle risorse naturali.