Nasce Sugalabo V, il primo ristorante Louis Vuitton

Nasce Sugalabo V, il primo ristorante Louis Vuitton

A Osaka in Giappone, Louis Vuitton debutta nel mondo della ristorazione, con un duplice progetto che coinvolge il celebre chef giapponese Yosuke Suga.

Il noto marchio di lusso si concentra sul mercato giapponese, aprendo un rooftop bar al quarto piano del suo negozio di Osaka di nome Le Cafè V e un ristorante di nome Sugalabo V, aperto solo per cena e accessibile tramite delle porte segrete in stile speak easy

Protagonista indiscusso è il menù, firmato Yosuke Suga, una cucina giapponese tradizionale rivisitata in chiave contemporanea.

Le pietanze esclusive saranno realizzate in una maxi cucina a vista a ridosso dei pochi tavoli disponibili; stoviglie e posate saranno ovviamente brandizzate LV ed infine il tutto sarà accompagnato da poltroncine in velluto, dettagli dorati e bauli Monogram. 

Il concept è dell’architetto Jun Aoki, già creatore di due delle boutique giapponesi di Louis Vuitton, e dell’interior designer Tokujin Yoshioka, già responsabile della linea di arredamento del brand oltre che degli accessori da viaggio.

Il primo si è occupato di creare gli spazi interni e si è ispirato a un concept nautico con una serie di decorazioni che ricordano vele al vento; il secondo ha invece firmato gli arredi futuristici di entrambi gli ambienti.

Pensiamo che il cosiddetto lusso esperienziale sia importantissimo per il nostro mercato

Jean-Jacques Guiony, direttore finanziario di Lvmh

Ecco allora un concentrato di design, glamour e gusto, alla portata di pochi!