Mangano come Gia Carangi

Mangano come Gia Carangi
Stove Magazine and Communication s.r.l.s. | Ph. Antonio Mocchetti | Presso Me Milan Il Duca

Supermodella statunitense dall’animo punk, Gia Marie Carangi, alla fine degli anni 70 conquista le passerelle dei grandi nomi della moda diventando un’icona alla quale Mangano decide di ispirarsi per la collezione fall winter 20/21.

Elegante ma allo stesso tempo casual, vestita da diva bohemien in pubblico e con camicia e giacca maschile oversize nella vita quotidiana, la top model dalla forte personalità era una donna seducente e tormentata.

Mangano le dedica due linee per rappresentare questo dualismo importante nella sua vita, quella White e quella Black, accomunate da dettagli originali e couturier tipici della manifattura Made in Italy.

Gli stili si incontrano, si scontrano, si amalgamano e a volte stridono tra loro. Ogni donna può raccontare la sua storia, mandare il proprio messaggio, fatto spesso di contrasti.

La linea White è caratterizzata da pezzi wow, must-have di stagione che durano negli anni. Elemento nuovo e caratteristico per questa fall winter è l’iconico piercing gioiello, accessorio che si ripete e luccica sui profili di giacche, pantaloni e cappotti. I volumi e le rouches giocano un ruolo fondamentale, sdrammatizzando il primo e attribuendo romanticismo ai capi. Giacche e cappotti si allungano fino a toccare le caviglie.

La linea Black è, invece, moderna, versatile, trasversale, daily, quotidiana, attenta alle esigenze del marcato ma, allo stesso tempo, dall’identità forte caratteristica del marchio stesso. Il logo diventa trama in un gioco di contrasti. I volumi e le linee sono i medesimi della prima ma trasposti e interpretati in tessuti dalla vestibilità più basic.

Insomma, uno stile pulito e sartoriale quello di Mangano, con tocchi couture e dalla manifattura artigianale ma con i tempi del ready to wear che punta ad una costante sincronicità.