Interconnessioni

Interconnessioni

THEMOIRè presenta la nuova collezione fw 21/22, con la quale il brand porta avanti la propria mission: sviluppare un marchio moda orientato al futuro, con il minimo impatto ambientale e con il concetto integrato di give back interconnessioni. Tutto è strettamente collegato. 

Siamo tutti interconnessi, l’un con l’altro, esseri umani con esseri umani, esseri umani con la natura. Collegati da una rete dinamica, tessuta con fili invisibili che ci abbracciano. Apparteniamo a questa terra, alla natura, ed esse sono parte di noi. Questa la citazione alla quale si ispira il marchio per la prossima stagione.

In collezione la maxi clutch Bios, la mini pochette Gea, la Hera da portare a spalla, la tote bag Clio e la maxi tote Irida, i capisaldi del brand, ma anche tante novità come: il mini secchiello morbido la Thetis bag e la baguette Dioni.

La nuova Thetis, che deve il suo nome alla ninfa greca del mare, è ispirata alle classiche bucket bag dalle dimensioni ridotte. Grazie alla coulisse, che diventa una sottile tracollina, mantiene la stessa caratteristica arricciatura dei modelli lanciati dal brand fin dagli esordi. Comoda e facile da utilizzare in ogni occasione è perfetta sia per il giorno sia per la sera anche per il dettaglio della piccola chiusura metallica posta al centro della borsa.

Dioni, nell’antica Grecia una delle Oceanine potenti dee dei fiumi, dei mari e delle acque correnti, è la nuova baguette. Design pulito e minimalista, caratterizzata dall’iconica cerniera della BIOS bag ma in versione allungata presenta uno shape più rigido, rispetto a tutte le precedenti borse del brand, che ne evidenzia la forma arrotondata e avvolgente. Da portare a mano o a spalla con un piccolo tubolare.

I materiali scelti sono vegetali, riciclati e rigenerati, partendo dal prodotto, passando per le fodere interne, fino ad arrivare al filo in nylon, anche i tag e gli imballaggi utilizzati per le spedizioni sono tutti green.

Per questa collezione THEMOIRè inserisce per la prima volta una eco leather ricavata dalla pianta del Nopal Cactus. Questo nuovo materiale made in Messico, terra di origine di uno dei due designer, è altamente sostenibile, parzialmente biodegradabile ed ecologico.

Infine, una vasta scelta di colori e materiali come: pelle vegana, nappa, bottalato, stampa serpente affiancano materiali come pelliccia riciclata, cotone organico, eco suede e maglia metallica in alluminio riciclato, intarsi, macro intrecci e maglie sottili che rimandano al concetto di interconnessione. La palette cromatica è molto naturale e riprende tutte le nuance dall’ecru fino alle sfumature più calde. Pennellate metalliche e di rosa, dal blush e poi sempre più accese fino ad arrivare al bordeaux.