Eco-Beauty-Design

Eco-Beauty-Design

Il marchio scandinavo OQUIST rivoluziona la beauty consciousness integrando design e upcycling ­­­in sculture di terracotta.

Pavel Babneevs e Olga Ringquist, cofondatori del marchio, sono padre e figlia. Pavel si occupa da sempre di cosmetica, Olga vi approda dopo una lunga esperienza nel marketing.

Il loro sodalizio lavorativo nasce dalla volontà di stravolgere il settore beauty con un occhio attento non solo alla qualità del prodotto in sé, ma, soprattutto, alla sostenibilità del packaging, senza mai trascurarne l’aspetto. Dopo un’accurata analisi dei materiali che potessero corrispondere a queste esigenze, padre e figlia scelgono la terracotta.

Nasce così la linea di cosmetici OQUIST.

Prodotti multifunzionali, senza acqua né conservanti, contenuti in scrigni di terracotta ricaricabili e riutilizzabili, opera di mastri artigiani che rendono ogni pezzo unico, con un design accattivante, ispirato rigorosamente alla natura.

Perché la terracotta? Perché riduce notevolmente l’impatto ambientale: ogni packaging infatti può essere riutilizzato, ma anche reinserito in natura senza conseguenza alcuna.

Perché senza acqua? Perché l’acqua genera batteri e muffa, e richiede quindi l’utilizzo di conservanti chimici. Studi hanno infatti dimostrato che questi cosmetici hanno un’emissione di CO2 notevolmente bassa rispetto a quelli di altri marchi.

OQUIST è stato lanciato sul mercato ad agosto con un siero multifunzione 6-1, apripista di una gamma più articolata di altri tre prodotti che verranno proposti a partire da novembre. Questi quattro prodotti soddisferanno (da soli) l’intera beauty routine che ne richiederebbe, altrimenti, molti di più. L’idea del marchio è infatti quella di contenere il dispendio economico e di tempo, riuscendo a soddisfare qualunque tipo di esigenza.

L’obiettivo è quindi quello di proporre una gamma di prodotti dedicati alla beauty routine che offra massima qualità, design, sostenibilità, multifunzionalità.

L’auspicio di Pavel e Olga è proprio quello di rendere i consumatori, ammaliati dal prestigio di OQUIST, consumatori consapevoli.