CO|TE, 10 anni dopo

CO|TE, 10 anni dopo
Da sinistra, Francesco Ferrari e Tomaso Anfossi, fondatori di CO | TE

Marchio di abbigliamento e accessori nato nel 2010 da Tomaso Anfossi e Francesco Ferrari, CO|TE continua il suo ciclo di rinnovamento per dei capi sempre più audaci e mai scontati.

Le collezioni sono sempre differenti l’una dall’altra come se non seguissero un unico filone filosofico ma rifiorissero ogni stagione.

Tomaso e Francesco sono sicuri di poter spostare la lancetta sempre più in alto, deludendo le aspettative di chi, è convinto di conoscerli.

A chi non conoscesse CO|TE cosa direste? Come lo raccontereste?

F: CO|TE è un marchio Made in Italy creato da Tomaso e me con l’intenzione di traghettare le tradizioni della sartoria italiana nel moderno. Vogliamo vestire le donne che vivono il presente con un tocco di romanticismo cittadino.

Siete cresciuti tanto in 10 anni. Cosa si è evoluto in voi?

F: Oggi siamo più consapevoli anche se cerchiamo sempre di rimanere in asse con le esigenze di mercato. .

E nelle vostre collezioni?

F: Ci siamo evoluti nelle linee e nelle forme e abbiamo inserito nuovi tessuti, come il pizzo, che ormai è diventato un punto cardine delle nostre collezioni, così come la maglieria.

Come vi suddividete i ruoli durante la creazione?

F: Ogni nostra creazione inizia individualmente, entrambi facciamo delle ricerche e quando siamo pronti per proporre le nostre idee ci confrontiamo a vicenda. E’ da questi confronti che nasce CO|TE.

Il made in Italy ieri e oggi?

F: Oggi il Made in Italy vale quasi più per gli stranieri che per gli italiani. Crediamo che educare ed insegnare alle nuove generazioni come si crea un capo sia importante tanto quanto essere capaci di comprendere i trend e le necessità della moda.

Mi raccontate le ss20?

F: La collezione nasce dallo sviluppo della camiceria, nostro capo cardine, che vuole conferire un carattere diverso a seconda della donna che la indossa. 

T: Questa spring summer presenta capi romantici accostati a capi dall’allure sportiva, creando così una perfetta combinazione tra couture e quotidianità, tipici delle donne cittadine dei nostri giorni.

La stagionalità?

T: Chiaramente le nostre collezioni vengono presentate con stagionalità, ma le caratteristiche stagionali al loro interno sono sempre meno accentuate. I tessuti conferiscono un aspetto più invernale o più estivo a seconda della pesantezza e della tonalità, ma con ogni collezione tentiamo di creare capi atemporali così che siano sempre attuali.

Il concetto di tempo e di spazio è cambiato così tanto da pensare ad un unico armadio, da arricchire con piccole capsule dalla valenza stagionale. 

Come nasce la linea home in collaborazione con Ooak Studio?

T: È stato un progetto fatto tempo fa, ci siamo divertiti a reinterpretare alcuni elementi d’arredo utilizzando le nostre stampe.

Gli accessori in argilla, ceramica e… le collaborazioni a Londra?

F: La collaborazione con Londra avviene grazie alla sorella di Tomaso, Francesca Anfossi, artista contemporanea di base a Londra, che ha creato per noi questi gioielli.

Tra altri 10 anni? Come vedete il futuro di CO|TE?

F: Tra 10 anni la moda sarà totalmente stravolta o almeno lo speriamo. Ad oggi non sappiamo darti una risposta precisa, ma ci piace pensare che ci ritroverai sempre con la stessa passione di oggi.