ACCHITTO abbatte le barriere

ACCHITTO abbatte le barriere

Brand di gioielli nato nel 2018 da Elena Faccio e Francesca Richiardi, ACCHITTO è tutto tranne che facile da raccontare. E’ una scoperta che parla di storia, di design, di materia e di tecnologia ma soprattutto di libertà.

Libertà creativa e di pensiero dell’individuo che va oltre regole e preconcetti tant’è che il nome stesso del marchio deriva, in parte, dal francese acquitter, da cui si è evoluta la parola liberare, nonché da un regionalismo del meridione che indica un agghindarsi vezzoso, a tratti smorfioso.

Di primo acchitto ovvero al primo colpo, a prima vista. Qualcosa che non passa inosservato ma viene subito notato. 

E i gioielli ACCHITTO non passano decisamente inosservati, anzi, abbattono le barriere del tradizionale gioiello e danno voce a chiunque li indossi a prescindere dal suo genere.

Si tratta di una collezione di standout pieces che combina elementi di culture ed epoche diverse giocando con il design di forme e volumi che prendono ispirazione da manufatti che vanno dall’epoca vittoriana agli anni venti, e la tecnologia (brevettata) volta alla creazione di un meccanismo nuovo, che permetta l’intercambiabilità tra i vari pezzi di collezione

Protagonisti indiscussi i volti appartenenti a uomini, donne e ibridi che raccontano i diversi aspetti della loro personalità: dalla fortuna alla vanità, dal coraggio all’amore.

L’ottone placcato oro liscio o dalla texture zigrinata è il materiale iconica di ACCHITTO che viene esaltato da smalti colorati e cristalli. Tutto, chiaramente, made in Italy.